ALTRO ASSOCIAZIONI

mense_scolastiche_menu_vegetariani_scarsi_00

MENSE SCOLASTICHE, MENU VEGETARIANI SCARSI 

La LAV ha effettuato una ricerca sulla possibilità di usufruire dell’opzione vegetariana nelle mense scolastiche dei comuni italiani. La ricerca è concentrata sui capoluoghi di regione italiani.
Secondo i dati emersi dalla ricerca, l’opzione vegetariana è prevista nelle mense scolastiche pubbliche di tutti i capoluoghi di Regione, ad eccezione di Perugia, Campobasso e Palermo.
La possibilità di usufruire di menu vegetariani per i propri figli, però, non è sempre promossa con chiarezza. Solo in alcuni casi, infatti, se ne fa riferimento esplicito sui siti web delle Amministrazioni cittadine, ma nella maggior parte dei casi si parla più genericamente di motivazioni etiche, in altri solo di diete speciali.

mense_scolastiche_menu_vegetariani_scarsi_01

Rispetto alle modalità per fare richiesta del menu vegetariano, invece, questa è discrezionale: si va da situazioni in linea con quanto previsto nelle “Linee di indirizzo nazionale sulla ristorazione scolastica”, che prevedono la semplice richiesta da parte dei genitori senza necessità di alcuna certificazione medica, a realtà come Parma e Cagliari, che non si sono adeguate alle Linee d’indirizzo, nelle quali è necessario presentare un certificato medico al pari di richieste per patologie e intolleranze alimentari, fino a situazioni limite come quella del Comune di Ferrara, in cui si chiede ai genitori di un bimbo vegetariano di sottoscrivere una assunzione di responsabilità nel caso di problemi di salute causati dai pasti vegetariani. Alcuni Comuni, infine, pubblicano il modulo per la richiesta di dieta speciale, altri no, e per gli utenti vegetariani capire come fare e a chi rivolgersi per ottenere un menu adatto a loro diventa complicato.

mense_scolastiche_menu_vegetariani_scarsi_02

Rispetto alla varietà dei menu vegetariani, va detto che l’offerta alimentare vegetariana è poco conosciuta e normalmente intesa come lacto-ovo vegetariana. Questo produce una scarsità di secondi a base di legumi e una assenza quasi totale di prodotti proteici “alternativi” (prodotti a base di soia, etc). I menu vegetariani proposti risultano quindi poco vari e anche di inferiore qualità sotto il profilo nutrizionale (con latticini e uova a sostituzione della carne e conseguente eccessivo apporto di grassi saturi e colesterolo).

mense_scolastiche_menu_vegetariani_scarsi_03

“Per usufruire di un menu ‘speciale’ per motivazioni etiche, - aggiunge Roberta Bartocci, del settore Vegetarismo della LAV - il Ministero della Salute non prevede la presentazione di alcuna certificazione medica, ma è sufficiente la richiesta dei genitori. Ciò da per scontato che si debba sempre garantire l’opzione richiesta, compresa quella vegetariana. Purtroppo non è così. Molte persone, infatti, si rivolgono alla LAV per essere aiutate a ottenere un pasto vario e bilanciato per i propri figli a scuola o per sé stessi nella mensa aziendale. Spesso, poi, vengono ostacolate da dietisti e pediatri di comunità, poco informati”.

mense_scolastiche_menu_vegetariani_scarsi_04

“Ci auguriamo – prosegue Paola Segurini, del settore vegetarismo della LAVche tutte le mense scolastiche italiane recepiscano i principi sanciti dalle Linee d’indirizzo del Ministero della Salute e che non avvengano più casi di discriminazione. E’ fondamentale, inoltre, che il personale di mensa sia informato adeguatamente sui menu vegetariani. La LAV sta mettendo in atto iniziative per fare in modo che siano conosciuti e introdotti prodotti proteici a base di soia e legumi o “alternativi”, come il seitan, per evitare di fornire pasti monotoni o troppo sbilanciati verso latticini e uova a sostituzione della carne, con conseguente eccessivo apporto di grassi saturi e colesterolo”.

Banner
Banner
Banner

SPECIALI

Il Fitness fuori dagli schemi di Vivien
IL FITNESS FUORI DAGLI SCHEMI DI VIVIEN Vivien Bass, conduttrice radiofonica e presentatrice, è conosciuta per aver collaborato come interprete per il programma Occup...
Banner
C'era una volta la Musica... Bad
C'ERA UNA VOLTA LA MUSICA... BAD Dopo cinque anni dall'...
Banner