CULTURA LIBRI

lascia_che_sia_maddalena_00

LASCIA CHE SIA, MADDALENA

«Mi complimento per la bravura della Mursia nel saper scoprire e offrire ai lettori alcuni veri talenti, come quello di questa brava scrittrice». Questo il commento entusiasta di una lettrice d'eccezione, il numero uno di Confindustria Emma Marcegaglia, al nuovo romanzo di Federica Cozzani
 Si intitola Lascia che sia (Mursia, Pagine 142; euro 14,00) il libro che la giovane narratrice mantovana- mantovana proprio come il Presidente di Confindustria - che con la casa editrice milanese ha appena pubblicato un lavoro indirizzato prima di tutto alle donne.

lascia_che_sia_maddalena_01

Al centro del racconto, Maddalena, una giovane imprenditrice dei primi anni Ottanta che con passione, determinazione e rigorosa dedizione si occupa del frantoio e degli ulivi dell’azienda familiare ereditata dal nonno.
Nella sua vita tutto è sotto controllo, perfetto, programmato: il lavoro soprattutto, ma anche l’amore, gli affetti, le amicizie.

lascia_che_sia_maddalena_02

A caratterizzare la sua vita c'è un matrimonio felice con Antonio, una casa perfetta nella campagna umbra del 1981, il frantoio di famiglia che dirige personalmente con la passione che prima di lei aveva contraddistinto l'instancabile nonno.
L’universo fatto di certezze di Maddalena è messo sottosopra dal marito della donna, che, una sera, le rivela la sua sterilità e lei capisce perché quel figlio così atteso non sia ancora arrivato: proprio lei, capace di organizzare e prevedere ogni minimo aspetto della propria esistenza, non potrà vivere la più naturale delle esperienze, la maternità.

lascia_che_sia_maddalena_03

La nuova realtà di dolore divide la giovane coppia, anziché unirla. Perché mentre Maddalena resta bloccata dalla fulminea comprensione che in tutti gli aspetti della vita – persino nel lavoro - non si può davvero controllare nulla, l’uomo reagisce, subito: Antonio, cultore dell’imperfezione, della leggerezza e della poesia delle emozioni, la sprona ad affrontare la vita e a lasciarsi andare alla sua imprevedibilità.

lascia_che_sia_maddalena_04

«Mio nonno si lascia andare, le mani leggere sopra il manubrio. Lui si lascia andare mentre io freno. Freno perché sento di perdere il controllo, perché ho paura di tutto ciò che non possa, io sola, guidare». Così racconta la donna.
E finalmente un giorno, tra gli ulivi della sua amata azienda, Maddalena si abbandona senza inibizioni al corso del destino per scoprire il diverso sapore di una vita più vera, che riserva sempre sorprese.
Banner
Banner
Banner

SPECIALI

Un gruppo felice
UN GRUPPO FELICE Come tutti sappiamo, i Pooh hanno deciso di smettere alla fine del 2016. Abbiamo pensato, come omaggio alla loro eccellente carriera artistica, di pubblicare l'...
Banner
Brado è... Universale
BRADO E'... UNIVERSALE Brado è un cantautore pugliese ...
Banner