FREE TIME RELAZIONI

ARRIVA FURBY BOOM 

E' il giocattolo più venduto degli ultimi anni in tutto il mondo. Furby, il cucciolo elettronico per eccellenza che ha conquistato il cuore a milioni di persone, continua a stupire i suoi fan con una versione tutta nuova: Furby Boom.

Ancora più tecnologico e colorato, vanta molte più funzioni del suo predecessore e interagisce sia con i suoi simili, sia con l’uomo.
Ricorda il suo nome e quello degli altri Furby “amici”, parla la sua lingua, il Furbish, e man mano impara l’italiano. In più, sviluppa diverse personalità in base all’educazione ricevuta e, tramite un’App super evoluta per iOS e Android, è uno dei pochi giocattoli in circolazione in grado di unire reale e virtuale, permettendo ad esempio di controllare il suo stato di salute o mettendo alla luce i piccoli Furblings digitali da far crescere insieme a lui.

La prima vera rivoluzione del Furby Boom è quella estetica: i nuovi colori dei piccoli cuccioli elettronici sono davvero glamour, impossibile resistergli, soprattutto per le giovani teenagers alla moda.
Per non parlare di quella tecnologica: sotto le grandi orecchie e la folta pelliccia multicolore, Furby Boom nasconde una valanga di funzioni, molte di più rispetto al suo predecessore. Un vero e proprio centro di controllo super tecnologico, con tanto di microfoni, sensori e occhi LCD retro-illuminati. Ingegneria robotica sofisticata e programmazione digitale vanno di pari passo e danno vita a un compagno di giochi interattivo che sviluppa svariate personalità, tutte nuove e completamente diverse rispetto alle edizioni precedenti. I numerosi sensori uditivi e tattili, infatti, permettono al neo arrivato Furby Boom di reagire a tutti gli stimoli del suo padroncino e dell’ambiente che lo circonda, cambiando in modo del tutto imprevedibile il suo carattere. Più si interagisce con lui, più alte sono le probabilità che la sua personalità cambi.

Basta coccolarlo a più non posso, ricoprendolo di attenzioni, ed ecco che, come per magia, il piccolo Furby Boom diventerà dolce e affettuoso.
Fargli cantare a squarciagola le sue canzoni preferite farà emergere una personalità rock, mentre se balla di continuo come un forsennato allora sarà energico e allegro.
Praticamente, un po’ come gli animali domestici, il carattere del Furby Boom rispecchia quello del suo piccolo pet owner.
E basta guardarlo negli occhi per capire cosa gli passa per la testa: se lo si accarezza amabilmente, i suoi occhioni si riempiranno di cuoricini, ma se gli si fanno dei dispetti allora saranno fulmini e saette. Come il suo predecessore, il nuovo Furby Boom impara, cresce e matura con il passare del tempo. Inizialmente comunica con frasi molto semplici nella sua lingua “nativa”, il Furbish, ma più si interagisce con lui, prima impara a parlare in italiano. Ogni Furby è in grado di ballare, cantare e di riconoscere gli altri Furby: se posizionati l’uno accanto all’altro, iniziano a parlare o a giocare insieme.

La sua prima apparizione risale al 1998. In 16 anni esatti sono almeno 45 milioni i Furby presenti sul pianeta terra (più degli abitanti dell’Argentina).
Un incredibile successo, un fenomeno pop a tutti gli effetti, che ha trasformato il piccolo cucciolo hi-tech in un vero e proprio must have. Impossibile non averne uno, soprattutto il nuovo arrivato. L’electronic pet infatti è ritornato in grande stile, vantando un dispositivo tecnologico ancora più evoluto, trasformandosi in una piattaforma digitale che interagisce con l’esterno, dal padroncino ai vari smartphone e tablet, in modo da soddisfare al 100% le esigenze dei nativi digitali.
È l’ultramoderno Furby Boom e per scoprire il suo mondo bastano pochi clic su Furby.it: qui è possibile creare un Furby tutto nuovo, giocare con divertenti videogiochi o, addirittura, imparare i rudimenti del Furbish, così da poter parlare con lui.

Il bello arriva con l’App gratuita per iOS e Android Furby Boom. Un vero e proprio videogame con una miriade di funzioni diverse, a cominciare dalla possibilità di dare un nome al piccolo pet elettronico. Grazie a questo, ricorderà il suo nome e anche quello degli altri Furby Boom che conoscerà nell’arco della sua vita. In più, basta passarlo virtualmente ai raggi X per fare un veloce check-up del suo stato di salute: se il piccolo cucciolo elettronico non è in forma, l’App dà subito una diagnosi e suggerisce immediatamente quale medicina somministrare e come prepararla. E non solo: perché il piccolo Furby Boom va accudito in  tutto e per tutto, dandogli da mangiare le sue pietanze preferite, tenendolo sempre pulito e profumato con rilassanti e gradevoli docce.

Se da un lato ci si prende cura del Furby Boom, anche lui fa lo stesso con i suoi piccoli amici virtuali, i Furby Furblings.
Tramite l’App infatti, giocando con Furby è possibile anche collezionare e far schiudere una miriade di uova super colorate. Da lì nasceranno i tenerissimi Furblings, dei cuccioli davvero carini, compagni fedeli e inseparabili del Furby Boom. Con il tablet o con lo smartphone, i teneri cuccioli hi tech, sia nella versione reale che in quella digitale, giocheranno a nascondino o si manterranno in allenamento giocando a Furball, la versione furbish del calcio. Come il fratello maggiore, anche i piccoli Furblings sono dei veri giocherelloni. Proprio per questo, più si gioca con loro e più uova si collezionano. Fino ad arrivare al mitico traguardo: ottenendo ben 48 uova, ecco in premio l’Uovo d’oro, che nasconderà un’incredibile sorpresa. Provare per credere!

Viste tutte le straordinarie novità, non è un caso se la “Furby mania” è praticamente scoppiata in ogni dove, conquistando chiunque, show business compreso: dai One Direction a Federica Pellegrini, dalla neo mamma Melissa Satta a Filippa Lagerbäck, dalla giovane Carlotta Ferlito ad Alessia Marcuzzi o Selvaggia Lucarelli.
Tutti lo esibiscono nei vari social network e vanno fieri dei progressi del loro amichetto. Per non parlare di tutte quelle famiglie che ne hanno adottato almeno uno per la gioia dei figli: è evidente che la tecnologia avanzata del Furby Boom offre ai bambini un modo tutto nuovo di giocare, completo ed emozionante. L’imprevedibilità di ogni azione e reazione contribuisce a rendere l’esperienza con il proprio Furby unica e più interattiva che mai. La sua natura mutevole e dinamica riesce a sorprendere non solo i bambini, ma anche gli appassionati di tutte le età.

Dopo il sold out dell’anno scorso, ecco quindi il grande ritorno della versione 3.0 del più famoso pet elettronico al mondo, l’icona pop anni ’90 che ha catturato l’attenzione, tra gli altri, di Bret Easton Ellis (che lo cita più volte in Lunar Park) e dell’antropologa del cyber-spazio Sherry Turkle, una della massime esperte degli effetti della cultura digitale sulla società, colpiti entrambi dalle capacità del Furby, che già nelle sue prime versioni, andavano oltre quelle di un semplice giocattolo.

FEATURED MODEL

Paola (featured model)
Noe vince AW LAB IS ME Music Edition
NOE VINCE AW LAB IS ME MUSIC EDITION La musica italiana...
Banner

SPECIALI

Un gruppo felice
UN GRUPPO FELICE Come tutti sappiamo, i Pooh hanno deciso di smettere alla fine del 2016. Abbiamo pensato, come omaggio alla loro eccellente carriera artistica, di pubblicare l'...
Banner
Banner