SPETTACOLI MUSICA

CAPOVERDE PREMIATO A SANREMO 2019 

In occasione della settimana del Festival di Sanremo 2019, la canzone “Serva Italia” del rapper grottagliese Piero Fabietti, in arte Capoverde, ha ricevuto il premio speciale “Naschira” al Festival “Sanremo videoclip award” e si è classificata al terzo posto al Festival “Il vinile d’argento”, entrambi eventi prodotti da Naschira, partner di Barrett International Group di Virginia Barrett.

Una commissione tecnica, dopo aver visionato 123 Videoclip pervenuti da tutto il mondo, ne ha portati in finale 29. Il 21 ottobre scorso, la giuria composta da: Vince Tempera (presidente - musicista, arrangiatore, compositore, direttore di 45 orchestre del Festival della Canzone Italiana di Sanremo), Martine Brochard (attrice di cinema e teatro, e scrittrice), Angelo Bassi (produttore Mediterranea Film), Matteo De Angelis (regista e autore della Fotografia AIC IMAGO') Virginia Barrett (musicista, attrice e regista, e patron del Festival), dopo una giornata di proiezioni ha stilato la classifica dei vincitori.

La Naschira Produzioni ha voluto premiare il videoclip del rapper Capoverde, portando anche la sua canzone “Serva Italia” al Festival “Il Vinile d’Argento”.
Una produzione, quella del videoclip, tutta grottagliese che ha visto impegnati, oltre lo stesso Capoverde, anche l’autore della musica Bruno Galeone, il regista Giuseppe Calamunci Manitta e i giovani attori dell’Aps Areté di Grottaglie, della quale fa parte lo stesso Piero Fabietti.
Il terzo posto al “Vinile d’argento”, premio dedicato a Jimmy Fontana, è stato vinto in duo con Marialuisa Cafforio, in arte Saliramuia, che ha accompagnato con la sua voce Capoverde nell’esecuzione del brano in occasione del Festival.
I due premi sono stati consegnati durante la settimana del Festival di Sanremo 2019.

“Siamo figli di una generazione che colleziona selfie e dimentica le persone” - canta Capoverde in “Serva Italia”.

“Quello della mia canzone” - spiega - “è un testo di denuncia. Parlo dell’alienazione da social network che ormai caratterizza i nostri tempi e dei giovani costretti ad emigrare per potersi consentire un futuro”.
Capoverde fa rap da quando era adolescente. Una passione che si è protratta nel tempo.
“Quando ero all’università” - racconta il cantautore - “per ripetere le mie lezioni di economia le scrivevo in rima. Tutt’oggi, quando devo ricordare qualcosa di importante, utilizzo le rime. Nella mia passione per la scrittura in rima ho sempre trovato e trovo ancora ispirazione”.
“Ricevere questi premi” - conclude Capoverde - “e sapere che la mia musica è apprezzata, è per me un incentivo a credere in me stesso e ad andare avanti con la mia arte”.

 

Per la pubblicità su www.ragazzioggi.it

Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Banner
Banner
Banner

SPECIALI

Un gruppo felice
UN GRUPPO FELICE Come tutti sappiamo, i Pooh hanno deciso di smettere alla fine del 2016. Abbiamo pensato, come omaggio alla loro eccellente carriera artistica, di pubblicare l'...
Banner
C'era una volta la Musica... Dynasty
C'ERA UNA VOLTA LA MUSICA... DYNASTY Trascinato dal sin...
Banner